Poker del Matera, cinquina Melfi Doppio Nano lancia la Vultur - I AM CALCIO MATERA

Poker del Matera, cinquina Melfi Doppio Nano lancia la Vultur

La Vultur festeggiata nel finale
La Vultur festeggiata nel finale
PotenzaEccellenza

Il Matera conquista la decima vittoria di fila a Ferrandina (rigore di Dametti a 5' nel finale per rendere meno amaro il passivo) in attesa del big match di domenica a Rionero e con un poker passa al Santa Maria. Dopo 26' la formazione di Finamore è già avanti di tre reti con Lacarra, Pellegrini e Martinez. Poi ad inizio ripresa uno splendido pallonetto di capitan Lobosco mette la parola fine all'incontro. Addirittura il Melfi cala la cinquina nei primi 45' al Real Tolve: apre la sfida del San Rocco un autogol di Abbatangelo, poi Suriano e Quarta con le doppiette personali arrotondano il punteggio. Più difficile il successo della Vultur che deve affidarsi alla doppietta di Nano (unica doppietta in maglia bianconera fu nel derby contro il Melfi del 27 gennaio 2019) per piegare la resistenza del Real Senise pervenuto al pari con Tuzio. Si riprende il quarto posto il Montescaglioso che rifila un poker al Vela. I montesi vanno avanti con un triplo vantaggio grazie a Burdo e doppio Fernandez, i venosini accorciano con Antenori e Lotumolo, ma nel finale Ladogana arrivato nella scorsa settimana firma la quaterna decisiva. Scivola in quinta posizione il Policoro battuto nel derby jonico dall'Elettra Marconia. I rossoblu restano in dieci dopo 5' per l'espulsione di De Olivera, ma con doppio Oliveros riescono a superare gli eraclei che avevano parzialmente impattato con Sowe. Buon punto per il Pomarico che esce indenne dal Taddeo. La squadra di Glionna chiude in vantaggio il primo tempo Caponero, ma viene ribaltata nei primi 10' del secondo tempo dal Paternicum con Milano e Falvella, prima di segnare il 2-2 a 9' dalla fine con Di Cuia. Non sa più vincere il Brienza raggiunto per la terza gara di fila nel finale. La compagine melandrina schioda il punteggio di partenza con Costanzo, ma subisce il rigore del pareggio dal Moliterno con Ruocco. Latronico e Castelluccio non vanno oltre il pari a reti inviolate, ma i termali dopo 5' vedono neutralizzare il rigore di Gesualdi dal mercurino Martorelli.

Biagio Bianculli