Presentata in conferenza stampa la nuova scuola calcio Alma Matera - I AM CALCIO MATERA

Presentata in conferenza stampa la nuova scuola calcio Alma Matera

La conferenza
La conferenza
MateraCalcio Giovanile

Il 3 agosto 2021 è stato il giorno di presentazione della scuola calcio ASD ALMA CALCIO MATERA. Un nuovo progetto che nasce da un'idea, consolidata e nutrita da un gruppo di amici tra cui gli ex calciatori Diego e Vito Albano e Pasquale Martinelli, insieme ai membri dello staff Pasquale Smaldone, Giuseppe e Emanuele Festa. Ognuno di loro con un percorso diverso nel pianeta pallonaro hanno scelto di mettere a disposizione le proprie competenze e trasmettere i loro anni di esperienza al servizio della comunità materana, tenendosi stretti il nome che il loro progetto richiama e cioè ALMA, ricondotto al latino "almus" che aveva in origine il significato di "che nutre", "che dà vita", acquisendo poi anche il senso di "che fa del bene", "gentile". 

Al centro dell'iniziativa e del percorso formativo c'è la figura del bambino, del ragazzo, con l'intento di formare uomini calciatori. Una scuola calcio con l'obiettivo di portare a un risultato e formare sotto il profilo professionale ma soprattutto umano i bambini e come ci tengono a sottolineare gli organizzatori del progetto, anche bambine, perché il progetto cercherà di espandersi anche alla figura femminile.

La scuola calcio si occuperà delle seguenti categorie: piccoli amici 2015-2016; primi calci 2013-2014; pulcini 2011-2012; esordienti 2009-2010; U15, U17, U18, U19. La scelta dei partecipanti avverrà esclusivamente tramite un giudice esterno che esaminerà le competenze dei bambini e ragazzi. Alla serata della presentazione del nuovo progetto hanno partecipato il consigliere regionale LND Antonio De Bonis, il delegato provinciale Figc Rocco Colangelo, il delegato provinciale Coni Giuseppe Grilli e il delegato regionale Coni Angelo Lacarpia, il vice sindaco e assessore comunale all’innovazione Alberto Acito, l’assessore comunale Giuseppe Sarli e i consiglieri comunali Gianfranco Losignore e Imma Milia Parisi. Il presidente dell’associazione Oasi del Sorriso,  Giovanni Martinelli ha consegnato alla società un defibrillatore, strumento salva-vita. Una tale iniziativa, che coinvolge un gruppo affiatato e unito dalla passione del calcio, che trasformata in un progetto, porterà dei benefici all’organizzazione, esattamente come la rete del "bomber" trasformata nel gol della vittoria. È quanto enunciato anche da Pasquale Martinelli durata la conferenza: Bisogna cercare di formare uomini calciatori, perché se non sono uomini non possono fare i calciatori”.

Bruna Andrisani