Salandra, Tubito: "E' una follia far ripartire l'Eccellenza" - I AM CALCIO MATERA

Salandra, Tubito: "E' una follia far ripartire l'Eccellenza"

Polisportiva Salandra
Polisportiva Salandra
MateraPrima Categoria Girone B

Anche se l’indicazione della Lega Nazionale Dilettanti è stata chiara, in merito ovviamente alla prossima ripartenza dell’Eccellenza in tutta Italia, sono diversi ancora i dubbi che attanagliano alcune società. E’ vero che si è arrivati alla decisione, condivisa da Lega e Comitati, di voler rimettere in moto quantomeno la massima serie regionale, ma è vero anche che ancora non si sa effettivamente quando poter tornare in campo la domenica, se il nuovo protocollo sarà sostenibile per tutti e se verrà confermato il blocco delle retrocessioni. L’ultima parola spetta adesso alla Federazione Italiana Giuoco Calcio.

Intanto, orientandoci verso l’ipotetica ripartenza, ad esprimere il proprio punto di vista è il dirigente Gianfranco Tubito della Polisportiva Salandra, formazione militante la prima categoria: "Certamente far ripartire gli altri campionati minori per me è una vera e propria follia. Siamo a marzo bisognerebbe riprendere gli allenamenti e giocare da Aprile a Giugno. Tutto ciò che senso avrebbe quando normalmente i campionati finiscono ad Aprile? Ed a questo punto viene fuori l'annosa questione dei tamponi. Ragionevole è invece cominciare i campionati maggiori il 20 agosto ed agli inizi di settembre tutti gli altri ipotizzando una lunga pausa a Dicembre in caso di ennesima ondata di pandemia. In tre mesi si disputerebbero tranquillamente i gironi di andata e malauguratamente da aprile a giugno quelli di ritorno. Allora si tutto avrebbe un senso. Allo stato attuale, ripeto, è solo follia". Infine, Tubito parla della questione tamponi: "Non possiamo provvedere noi ai costi, se questo sarà il protocollo dovrà pensarci la Federazione".

Raffaele Capobianco

Prima Categoria Girone B

ClassificaRisultatiStatistiche