Stadio XXI Settembre, il sentimento popolare è chiaro - I AM CALCIO MATERA

Stadio XXI Settembre, il sentimento popolare è chiaro

XXI Settembre
XXI Settembre
MateraFocus

La proposta di realizzare un parco verde al posto dello stadio XXI Settembre con l'idea di trovare un posto dove poter collocare un nuovo impianto sportivo multi funzionale, ha diviso sui social la città di Matera. Il sentimento popolare dello sportivo materano, però, verte tutto su un unico pensiero: lo stadio "Franco Salerno" non si tocca. Tra i commenti c'è chi parla di un accordo ancora in atto che obbligherebbe il Comune della Città dei Sassi a destinare l'area solo e soltanto per le attività sportive, chi dice che con un progetto serio si può davvero pensare di costruire un nuovo stadio altrove, ma tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare.

Chi scrive è legato fortemente ai ricordi che sin da bambino, come tanti altri, lo hanno accompagnato nello storico impianto di via Sicilia. Lì è dove si sono creati legami diventati indissolubili, di amicizia e di conoscenze varie. Tra quegli spalti si è urlato fortemente il nome della nostra città. Lì ci sono spazi dove si è giocato a basket, a pallavolo, dove generazioni intere si sono sportivamente formate. Demolire il XXI Settembre significherebbe demolire una parte di storia della città di Matera. Solo questo basterebbe, come motivazione, a lasciarlo lì dov'è.

Essendo Matera una città piccola avrebbe poco senso delocalizzare il XXI Settembre. Avere uno stadio ristrutturato in uno dei cuori pulsanti della città resta, invece, ipotesi affascinante. La speranza è che la nuova amministrazione comunale possa davvero lasciare un segno tangibile sul motore sportivo della Città dei Sassi, abbandonata sull'argomento ormai da anni: dedicarsi al "Franco Salerno" con ritrovato entusiasmo e alla ricerca di nuovi fondi potrebbe essere un segno tangibile dei tempi che stanno cambiando in meglio. 

Giovanni Colucci