Calciomercato LIVE

Promozione, Candidamelfi di nuovo in vetta Ferrandina torna ai 3 punti

La vicecapolista Ferrandina
La vicecapolista Ferrandina

Un'altalena di emozioni e di classifica che non finisce mai nel torneo cadetto regionale. Il Candidamelfi archivia in fretta il pareggio subito al San Donatello dal Fortuna Potentia e con un poker espugna Ruoti. Il Ferrandina torna a vincere e lo insegue ad un punto, agganciando in seconda posizione il Rotunda Maris. Per la corsa alla vetta ritorna prepotentemente il Brienza che cala il tris alla Santarcangiolese dopo due ko consecutivi negli scontri diretti di Nova Siri (contro il Rotunda Maris) e Pomarico. Hanno deluso Pomarico (Youmbi e Cecere non sono bastati), che ha ceduto il passo al Bella e l'Anzi (il giovane Ancarola ha firmato al rete della bandiera) che si è arreso alla cinquina dell'Oraziana Venosa. L'Avigliano compie un gran passo in chiave salvezza grazie ad una realizzazione del proprio portiere Della Croce che ha trovato impreparato su un rilancio il collega Tiziano Tolve a Potenza. Questo è stato il quadro della giornata. Ora passiamo ai commenti dei risultati conseguiti. Il Candidamelfi ha calato la quaterna al Ruoti (vane le reti di Bochicchio e Tumulo) con Colangelo, Lovecchio e doppietta di Podano, mentre il Ferrandina si è sbloccato dopo tre gare senza successi con un tris al Paternicum: apre Fusco, autorete valligiana di D'Elia e chiude Dametti per la quindicesima rete in campionato. Il Rotunda Maris impatta a Miglionico: vantaggio locale di Moliterni e pari bassosinnico di Tomaselli. Show del Brienza: Sabatella nella prima frazione e doppio Lobosco stendono la Santarcangiolese. Ko  pesanti per Pomarico e Anzi: la prima cade a Bella con Giuseppe Remollino, Parisi e Rota; la seconda a Venosa contro l'Oraziana con i bis di De Lorenzo e Cartagine e sigillo finale di Storelli. Al Principe di Piemonte Avigliano in vantaggio con Petilli, pareggia il Fortuna Potentia con Lorenzo Tolve, ma è determinante l'errore del numero di casa sul rinvio di Della Croce: la formazione granata raggiunge il Paternicum al quintultimo posto.

Biagio Bianculli