Calciomercato LIVE

Passarelli: "Rivendico le mie scelte e ringrazio tutto il mio staff"

Passarelli
Passarelli

"Come sempre accade al termine di una stagione, vorrei che si tracciassero quelle che sono le conclusioni, ma a differenza di chiacchiere da bar spesso prese sul serio, preferisco sciorinare una serie di numeri, quelli non mentono mai - commenta mister Passarelli sulla sua pagina Facebook - Il Pomarico ha disputato un campionato di Promozione con l'obiettivo non dichiarato di recitare un ruolo di protagonista e non di comparsa, valorizzando quelli che sono i talenti locali e chi volesse far parte di un progetto giovani, ripartendo praticamente da zero dopo la retrocessione della stagione precedente. Non è stato facile amalgamare un gruppo completamente nuovo, ma in poco tempo il collettivo ha espresso calcio su buoni livelli concludendo il girone di andata al terzo posto a soli tre punti dalla capolista".

"Nel girone di ritorno le due battistrada Rotunda e Ferrandina hanno fatto il "vuoto", dovendo quindi disputare i playoff con la quarta posizione finale, sfiorando la media di due punti a partita - continua Passarelli - Ma rivendico fermamente dei dati inconfutabili, come la facilità di andare a rete, siglando ben 50 reti in 27 gare compreso il playoff, 30 delle quali in trasferta, laureandoci come miglior attacco fuori casa, ovvero abbiamo mostrato carattere e imposto nostro gioco offensivo anche e fuori dalle nostra mura amiche. Ben 12 giocatori in rete, ognuno parte integrante della rosa e del nostro progetto, qualche rete subita di troppo anche a causa della nostra inesperienza dovuta all'età media piu giovane dell'intero campionato, e di concentrazione, ma questa squadra è stata temuta da tutti e per un allenatore ricevere i complimenti da diversi colleghi ed addetti ai lavori è motivo per me di soddisfazione e grande orgoglio"

"Rivendico le mie scelte, il mio lavoro e quello di uno staff come detto in altre circostanza professionale e professionista, dal mio amico Prof. Pinto, il mio amico e collega Vincenzo, il Preparatore dei portieri Leoncino ed il grande fisioterapista Nocco. Senza di loro non avremo raggiunto questi ottimi risultati", ha concluso l'allenatore romano.

Francesco Curreri