Ferrandina, la voce dei protagonisti dopo la Coppa Italia vinta

Michele Grieco (capitano Ferrandina)
Michele Grieco (capitano Ferrandina)

Al termine della gara abbiamo raccolto le impressione dei vincitori. Il Ferrandina ha alzato la Coppa Italia al cielo, dopo aver perso quella di Eccellenza nel 2006 e di Promozione nel 2017. Il raggiante allenatore aragonese Antonio Stigliano dichiara: “Ci siamo preparati bene per questa partita. Questo traguardo lo abbiamo sognato e inseguito da diverso tempo. Quindi siamo arrivati carichi al punto giusto e devo fare un plauso ai ragazzi per la prestazione. Ci tenevano tutti a questa coppa. La dedico al mio nipotino che compie un anno e mi dispiace che il sindaco Martoccia non è potuto venire per febbre. Ci dobbiamo concentrare per il campionato ora”. L’esterno d’attacco Luca Musillo chiosa: “Ferrandina è una comunità che ha fame di vincere. Purtroppo lo scorso anno sono andato via a gennaio perdendo l’opportunità di giocarla la finale e in questa con la mia doppietta siamo riusciti nel tentativo. Adesso dobbiamo vincere il campionato”. Il capitano Michele Grieco esprime la soddisfazione che aspettava da tempo. “Le finali sono sempre particolari e chiuderla dopo 25’ ci ha rasserenati. Volevamo portarci a casa questa maledetta coppa e finalmente l’abbiamo alzata al cielo. Da domenica ad Avigliano testa al campionato per provare a coronare un altro sogno”.

Biagio Bianculli